Hosting per Joomla, come trovare il migliore

Categoria: Tutorial

Hosting per Joomls, come scegliere il migliore

Joomla! è un CMS che consente di gestire un sito web ed è gratuito, open source, facile da gestire rispetto ai suoi concorrenti oltre ad essere uno standard de facto per i circa 22.000 portali che, in tutto il mondo, ne fanno uso. Nato nel 2005 come fork (cioè sviluppo avviato indipendentemente) di Mambo, l’uso di Joomla! è diventato tanto diffuso, al giorno d’oggi, che la procedura di installazione è stata semplificata a tal punto da diventare agevole per qualsiasi utente anche se, di solito, molti hosting provider offrono questo CMS preinstallato nello spazio web

Secondo le statistiche di builtwith.com, un buon numero di questi siti sono business oriented o comunque con una certa prevalenza di natura commerciale. Questo perché si rivela adatto sia per le aziende che vogliono avere il proprio sito vetrina e sia per quelle che hanno necessità di un sito di e-commerce sviluppabile mediante l’utilizzo di opportuni plugin. La scelta di un hosting per Joomla! viene effettuata sulla base di criteri di pura preferenza personale (piuttosto deboli, in molti casi) ma che dovrebbe essere basata su più solidi criteri tecnologici che si possono riassumere nei tre punti seguenti (fonte).

  • supporto del linguaggio PHP (almeno 5.3);
  • supporto del database MySQL (almeno 5.1);
  • supporto di, alternativamente, Apache (almeno 2.x), NGINX (1.1), Microsoft IIS (7).

Logo JoomlaJoomla! è adattabile a qualsiasi configurazione hosting che risponda ai tre requisiti di base appena elencati e, nonostante si sia soliti scrivere “hosting Joomla!” oppure “Joomla! compatibile”, di fatto, si tratta di un’astrazione comoda per i meno esperti (certamente non errata) ma che deve prendere in considerazione il fatto che per Joomla! può andare bene qualsiasi tipo di piano: condiviso, dedicato, VPS o cloud. Come fare a trovare il più adatto? Tutto dipende dal numero di visitatori e dall’uso che si farà del sito, problematiche che bisognerebbe porsi comunque a prescindere dal CMS usato.

In sostanza, per soddisfare i nostri 3 requisiti di base, non ci sono grosse difficoltà e, come abbiamo visto, si può prendere in considerazione anche un semplice pacchetto di hosting shared (condiviso). La scelta relativa al migliore hosting per Joomla! esula dalle caratteristiche del servizio che appunto richiedono solo la presenza dei tre supporti tecnologici già citati ma va effettuata prendendo in considerazione altri fattori, ad esempio quelli relativi alle prestazioni del sito web. Ogni pagina di Joomla! infatti può essere misurata utilizzando appositi strumenti software cosiddetti di benchmark, causando un “carico” al server web, uno al database (si vedano in proposito anche gli articoli test di performance MySQL e migliorare le prestazioni MySQL) ed uno al linguaggio: la somma di questi tre fattori restituisce il tempo di caricamento della pagina che deve essere sempre mantenuto al di sotto di una certa soglia per avere un sito correttamente funzionante. Si rimanda, in merito, all’articolo “An Easy Way to Benchmark a Webserver” che spiega come effettuare queste misure in modo relativamente agevole. In sintesi, considerando che il CMS Joomla! è stato sviluppato e testato in ambiente Linux, si opta quasi sempre per configurarlo in un ambiente PHP + MySql + Apache, che è anche quello ottimale per gestire al meglio i permessi sui file (CHMOD) e la manutenzione del database.

Infine – possiamo aggiungere con un certo grado di sicurezza – scegliendo quasi sempre un hosting condiviso (per siti medio-piccoli) e hosting cloud (per siti Joomla! con molti visitatori).

Tu quale hai scelto, condiviso o dedicato? Rispondi nei commenti oppure nelle nostre pagine social.

Aggiungi un commento